Villa Carlotta – Tremezzo

La dimora venne commissionata alla fine del 1600 dal marchese Giorgio Clerici che desiderava per sè un edificio imponente, ma sobrio, circondato da un giardino all’italiana con statue, scale e fontane. Ma fu con Gian Battista Sommariva, il successivo proprietario, che la villa toccò il massimo splendore. Sommariva, imprenditore e collezionista d’arte, acquisì la proprietà agli inizi dell’Ottocento; egli volle che parte del giardino fosse trasformato in uno straordinario parco romantico e che la dimora venisse impreziosita con quei capolavori di Canova, Thorvaldsen e Hayez che ancora oggi fanno della villa uno dei templi dell’arte ottocentesca. Alla metà del XIX secolo la proprietà venne donata dalla principessa Marianna di Nassau alla figlia Carlotta in occasione delle sue nozze con Giorgio II, il duca di Saxe-Meiningen; quest’ultimo, appassionato botanico, si prodigò per lo sviluppo e l’arricchimento del vasto giardino paesaggistico. Favorito dalla fertilità del terreno dovuta al deposito da parte di antichi ghiacciai di un sedimento particolarmente acido, il parco di Villa Carlotta accoglie da allora la celeberrima fioritura primaverile di rododendri e azalee in oltre 150 varietà ed un patrimonio botanico di grande pregio.

Il giardino si articola in 11 zone:

  1. Le terrazze e il giardino all’italiana
  2. Le camelie
  3. Il teatro di verzura
  4. Giardino roccioso
  5. La valle delle felci
  6. Le azalee
  7. Il bosco dei rododendri
  8. Il giardino dei bambù
  9. Il giardino vecchio
  10. Museo degli attrezzi agricoli
  11. Torretta (XIX secolo)

Dall’elenco si evince che ogni area è caratterizzata da una vegetazione tipica, le zone però si amalgamano molto bene tra loro e ogni passaggio è fluido, naturale. La passeggiata richiede qualche ora, all’interno del giardino ci sono zone in cui si può mangiare, c’è un punto di ristoro, per gli appassionati direi di mettere in conto una giornata intera per la visita, come abbiamo fatto noi. La zona circostante è magnifica e il lago offre un paesaggio molto affascinante in cui trascorrere una bella vacanza.

Alla gallery l’ultima parola…

Fonti:

[banner border=”DE2468″ link=”4AA15B” text=”966D59″ url=”009632″ corners=”rc:10″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *